testata (2)
consorzio-sic_miur_f22fc95b199c224baa01a97bdcaada45_1580219909

Area Covid -19

PAGINA IN COSTANTE AGGIORNAMENTO

DOCUMENTI MINISTERIALI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PORTALI DI RIFERIMENTO

Sezione #ioTornoaScuola del ministero dell’Istruzione.
Link diretti alle sezioni I documenti del ministero – Le indicazioni sanitarie – I territori – Domande e risposte.
Inoltre. l’Help Desk ministeriale: “dal 26 agosto per le scuole è attivo il numero verde 800903080. Il servizio raccoglie quesiti e segnalazioni sull’applicazione delle misure di sicurezza e fornisce alle istituzioni scolastiche assistenza e supporto operativo anche di carattere amministrativo. L’Help Desk è attivo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.”

Coronavirus Regione Toscana

  • Se hai raffreddore febbre o altri sintomi influenzali stai a casa e chiama il tuo medico o pediatra di famiglia
  • Numero telefonico di pubblica utilità 1500 attivo 24 ore su 24
    istituito dal Ministero della Sanità per informazioni
  • Numero regionale 055.9077777, attivo dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 17 per informazioni, orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul Covid-19, al quale rispondono operatori adeguatamente formati
  • Assistenza psicologica ai cittadini ►►

 

NUOVE NORME COVID-19 PER LA SCUOLA

Da sabato 5 febbraio sono entrate in vigore le nuove norme sulla gestione dei casi…

Read More

Rientro a Scuola Gennaio 2022

Si ricorda a tutti gli studenti di ogni ordine di scuola dell'Istituto Omnicomprensivo "G. Marcelli"…

Read More

DL 4 febbraio 2022
Come sono gestiti i casi di positività da Covid-19 nel sistema scolastico?

Scuola per l’infanzia e asili nido

fino a quattro casi di positività accertati tra i bambini e gli alunni presenti nella sezione o gruppo classe, l’attività educativa e didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli educatori fino al decimo giorno successivo al contatto con l’ultimo caso. E’ obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o molecolare se insorgono sintomi. In caso di utilizzo del test antigenico autosomministrato l’esito negativo è attestato tramite autocertificazione;
con cinque o più casi di positività accertati nella stessa sezione o gruppo classe, si applica una sospensione delle relative attività per una durata di cinque giorni;

 

Scuola primaria

 fino a quattro casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni, fino al decimo giorno successivo al contatto con l’ultimo caso. E’ obbligatorio effettuare un test antigenico rapido o molecolare se insorgono sintomi In caso di utilizzo del test antigenico autosomministrato l’esito negativo è attestato tramite autocertificazione;
con cinque o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, per coloro che dimostrino di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo ove prevista, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo caso.
Per chi abbia un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo delle mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo caso su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale.
Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni;

Scuole secondarie di primo e secondo grado

 con un caso tra gli alunni presenti in classe, l’attività didattica prosegue per tutti in presenza, con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli alunni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con il caso.

Con due o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, per coloro che dimostrino di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di mascherine FFP2 da parte dei docenti e degli alunni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo caso.
Per chi abbia un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo soggetto confermato positivo al COVID-19, su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale per i minori e degli alunni direttamente interessati se maggiorenni.
Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni

Per tutti:

  • Resta fermo, in ogni caso, il divieto di accedere o permanere nei locali scolastici con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°.
  •  La prosecuzione della didattica in presenza in caso di positività accertate che consentono comunque la didattica in presenza, può essere controllata dalle istituzioni scolastiche mediante l’applicazione mobile per la verifica delle certificazioni verdi COVID-19.
    Ai fini del calcolo dei casi confermati positivi al COVID-19 non e’ considerato il personale educativo e scolastico.
  • Un caso viene considerato non collegato ai precedenti se insorge dopo più di 5 giorni dal precedente
  • Nei casi in cui si verifichino le condizioni per la sospensione dell’attività didattica, ai bambini e agli alunni della sezione, gruppo classe o classe si applica il regime sanitario di autosorveglianza, con esclusione dell’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie fino a sei anni di età.
    Agli alunni per i quali non sia applicabile il regime sanitario di autosorveglianza si applica la quarantena precauzionale della durata di cinque giorni, la cui cessazione consegue all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare e con l’obbligo di indossare per i successivi cinque giorni la mascherina FFP2, se di età superiore a sei anni.
  • La riammissione in classe dei soggetti in regime di quarantena è subordinata alla sola dimostrazione di avere effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.
 

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.